Gli insetti non batteranno mai il made in Italy

Le mode culinarie cambiano e si evolvono nel tempo, vegani, insetti a tavola e cibi stampati in 3d sono le novità del momento ma nonostante questo sono ancora moltissimi gli italiani legati alla cucina mediterranea, infatti 9 persone su 10 hanno dichiarato che anche fra molti anni la cucina made in Italy continuerà ad essere presente sulle loro tavole.
Ma questa non è solo l’idea dei nostri compaesani, anche nel mondo la maggior parte dei consumatori dell’italian food continuerà ad essere fedele a questa tipologia di cucina.

Questa è la situazione delineata dalla Confcooperative (Cooperazione Agroalimentare e della pesca) durante l’assemblea elettiva.

Secondo studi fatti entro il 2025 il fenomeno dello shopping online crescera di almeno 5/6 volte coprendo il 25% del mercato totale con un giro d’affari che si aggirerà attorno ai 150 miliardi di dollari.
Sembrerebbe quasi fisiologica la scomparsa dei negozi tradizionali che lasceranno il posto a show room e punti vendita aperti direttamente dai giganti dell’e-commerce.
Le principali preferenze resteranno i formaggi, i salumi, pane, pasta, pizza, latte e ortofrutta.
La sfida principale resta quella di migliorare il gusto dei prodotti già pronti che occupano la quarta e quinta gamma cercando di incrementare i consumi di pesce che a tutt’oggi risultano essere frenati principalmente dalla difficoltà di confezionamento.
Col tempo i prodotti sostenibili, pur essendo già oggi prodotti dal 65% delle cooperative agroalimentari, aumenteranno.

Infatti già oggi una società su due investe nel risparmio di acqua attraverso l’utilizzo di sensori di energia elettrica e la micro irrigazione attraverso droni.

Una su tre utilizza scarti industriali, biomasse e tecnologie pro ambiente.
Anche le società di pesca sono molto attive su questo fronte dato che due su tre mettono in opera tecniche di pesca e allevamento a bassissimo impatto ambientale riducendo in maniera del tutto volontaria le battute di pesca con lo scopo di non esasperare le risorse.